IL CONSIGLIO DIRETTIVO

IL PRESIDENTE

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell'Associazione e può stare in giudizio se regolarmente munito di procura speciale conferitagli dal Consiglio Direttivo.

Il Presidente svolge le seguenti attività:
presiede il Consiglio Direttivo;
convoca, con le modalità stabilite dal presente Statuto, l'Assemblea ordinaria e straordinaria;
indice, alla scadenza dei mandati, l'elezione delle cariche associative;
cura i rapporti dell'Associazione con Associazioni ed Enti affini italiani ed esteri;
sottoscrive, congiuntamente al Tesoriere, il bilancio preventivo e consuntivo;
assume, trasferisce e licenzia eventuale personale alle dipendenze dell'Associazione;
effettua i pagamenti e riscuote i versamenti in favore dell'Associazione, operando congiuntamente al Tesoriere;
svolge ogni altra attività e funzione demandatagli dall'Assemblea o, comunque, a lui attribuite dal presente Statuto.

Il Segretario e il Tesoriere

1) Il Tesoriere cura la gestione del patrimonio dell'Associazione con le modalità e nei limiti stabiliti dal Consiglio Direttivo, nonché dal presente Statuto.
2) Il Segretario propone al Consiglio Direttivo le forme e le modalità per l'attuazione del programma delle attività dell'Associazione; svolge le funzioni demandategli dal Consiglio nonché dal presente Statuto.
3) Il Segretario ed il Tesoriere possono sostituire il Presidente nell'effettuare pagamenti e riscuotere i versamenti per l'Associazione.
4) In caso di assenza o di impedimento temporaneo del Segretario o del Tesoriere, il Presidente dà incarico ad un socio effettivo di svolgerne provvisoriamente le funzioni.

Il Comitato Scientifico

1) Il Comitato scientifico è composto da sei soci effettivi che eleggono al loro interno il Presidente del Comitato Scientifico. Il Presidente del Comitato Scientifico è responsabile delle pubblicazioni scientifiche dell'Associazione e delibera in merito al passaggio da socio provvisorio a socio effettivo.
2) Il Comitato scientifico invita su richiesta del Consiglio Direttivo o di almeno 10 soci effettivi un ortodontista a presentare un lavoro scientifico per divenire socio provvisorio. Il Comitato scientifico cura i contributi scientifici dei soci provvisori e organizza il model display ovvero sessione case presentation per il passaggio da socio provvisorio a effettivo.
3) Il Presidente del Comitato scientifico informa i soci in assemblea del progress dei soci provvisori e del passaggio dei soci da provvisori a effettivi.